23 Aprile 2024
visibility
[]
news

CAMBIA LA CLASSIFICA. VERSTAPPEN E RED BULL IMBATTIBILI, LECLERC SUL PODIO, DELUSIONE ASTON MARTIN E MERCEDES

03-07-2023 01:05 - NEWS DALLA FORMULA 1 -
ma gp austria max gp austria


Luglio 2, 2023


Spielberg. Niente da fare !! Ancora una volta Verstappen ha fatto gara da solo con la candelina sulla torta del giro più veloce, dopo unpit stop, proprio in quello finale. Un segnale di strapotere o di grande arroganza? Il successo della Red Bull è completata dal terzo posto di Sergio Perez che partito dalla seconda metà dello schieramento è stato protagonista di una grande rimonta con testa a testa, nel finale, con un Carlos Sainz che anche oggi ha messo…in pista tutto quello che aveva e ne aveva veramente tanto.

Tra le due Red Bull ha chiuso Leclerc che aveva sperato nel prendere la testa al via ma ha dovuto rendersi conto che di chances non ne aveva.

Prestazione scontata della Red Bull c'è da chiedersi quanto valga in proiezione di un futuro prossimo la Ferrari. Indubbiamente il lavoro fatto a Maranello comincia a dare i suoi frutti ma non c'è da farsi molte illusioni: la conformazione del circuito, il più breve del mondiale, ha contribuito a ridurre i distacchi , gli oltre 20 secondi a due giri dalla bandiera a scacchi equivalgono a oltre un minuto su un circuito tradizionale.

Tuttavia con un Sainz in queste condizioni si può sperare in qualcosa di più anche se rimane incomprensibile perché lo spagnolo nei primi giri sia stato frenato dal box non dandogli il via libera di passare Leclerc nettamente più lento. Se c'erano dei timori sul rendimento della Ferrari in gara sull'asciutto e sul rendimento delle gomme Vasseur può finalmente lasciarsi andare a un primo sorriso e con lui anche il presidente John Elkann che ha sentito il dovere di accorrere a incoraggiare le sue truppe, nonostante una mise più da vacanziere che da gran capo della Ferrari.

Per una Ferrari che sembra aver ritrovato la strada giusta hanno deluso Aston Martin e Mercedes che alla vigilia erano date come le possibili e sole antagoniste della Red Bull. Entrambe ha dovuto cedere a una McLaren che sotto la guida di Stella, un ex Ferrari, gara dopo gara migliorano a vista d'occhio grazie a un Norris super determinato in attesa che anche Piastri abbia gli ultimi aggiornamenti.

I tanto attesi Alonso ed Hamilton hanno veramente deluso , i due grandi ex campioni del mondo hanno galleggiato sempre nel mezzo della top ten senza mai riuscire a dare segnali di vitalità. Per entrambi è finito l'effetto degli aggiornamenti o si è trattato solo di una giornata storta in una gara anomala e condizionata dalle penalità?

I commissari hanno avuto gran lavoro nell'infliggere punizioni per superamento della linea delimitante il tracciato: sono stati ben nove i piloti che hanno dovuto scontare i “5” secondi al pit stop e tra questi Hamilton Sainz, Ocon, Stroll !!! Una regola assurda tutta a danno dello spettacolo che ha trovato sul circuito della Stiria la massima espressione.

Russell, Gasly e Stroll ha chiuso la top ten , anche per loro una gara anonima senza squilli e da dimenticare; a Sauber-Alfa Romeo, Alpha Tauri , Williams e Haas la pagella dei peggiori….tutti dietro la lavagna perr punizione.

Hanno detto:

Frederic Vasseur: “C'è soddisfazione per questo risultato, ma vogliamo sempre di più. Il distacco da Verstappen è importante, ma stiamo lavorando nella giusta direzione. Sainz ha fatto una grande gara, purtroppo Perez aveva le gomme in uno stato migliore. Leclerc si è espresso sui suoi livelli. Verstappen volava e alle sue spalle c'era un gruppo di macchine che poteva ambire al secondo posto. A Barcellona noi abbiamo dato il via a un nuovo corso tecnico e stiamo iniziando a raccogliere. Il passo avanti c'è, ma dobbiamo continuare a spingere, visto che la settimana prossima saremo a Silverstone. In fabbrica, i tecnici stanno lavorando tantissimo“

Chris Horner: “La corsa non poteva andare meglio per noi. Siamo stati veloci e brillanti con un ritmo straordinario. Tutto è svoltato nel momento della Virtual Safety Car, specialmente pensando a Sergio Perez. Max là davanti ha proseguito in maniera clamorosa, con un weekend perfetto. Non eravamo preoccupati per la nostra strategia, noi avevamo un'idea diversa che si è rivelata azzeccata. Forse loro avrebbero potuto dividere la strategia tra i due piloti, ma non è stato quello il caso. Perché abbiamo cambiato tra hard e media? Con la gialla per Checo c'erano più chance di sorpasso, come si è visto. Ha disputato una bella gara, ho parlato con lui dopo le qualifiche del venerdì per capire la sua frustrazione”.

Max Verstappen: “La cosa più importante per me è riuscire a stare davanti e fare la nostra gara. Poi c'è stata anche la safety car, la virtual safety car e abbiamo scelto di non rientrare in regime di virtual seguendo la nostra strategia originaria. Siamo andati forte, tutti gli stint sono andati bene e mi sono molto divertito guidando. Era chiaro da qualche giro prima della virtual safety car che ero riuscito a ritagliare un po' di margine rispetto a chi inseguiva. Abbiamo seguito la nostra strategia e alla fine è stata la cosa migliore. Ancora non ho voglia di pensare alla tripletta di titoli mondiali, mi godo il momento.Continuo a lavorare bene con questa squadra, credo che per tutto il weekend siamo riusciti a fare un ottimo lavoro. Tante cose possono andare storte in un weekend soprattutto con la Sprint Race, quindi bene così e ci concentriamo su Silverstone”

Charles Leclerc: “Oggi e venerdì abbiamo massimizzato quello che abbiamo a disposizione. Ieri, invece, non ho mai avuto il passo giusto. Sono felice di tornare sul podio, consapevole che questi aggiornamenti mi stanno permettendo di guidare un po' più a mio agio. Congratulazioni alla squadra, che ha fatto un ottimo lavoro ed ha anticipato di diverse settimane il pacchetto di aggiornamenti. Ovviamente c'è ancora tanto da fare perché le Red Bull hanno un passo incredibile. La mia gara? Al via ho provato a passare Max, ma sapevo benissimo che sulla lunga distanza non avrei avuto chance. Ho provato l'attacco, ma non è stato sufficiente. Ad ogni modo, bello tornare sul podio. Ora sotto con Silverstone, dove penso potremo fare bene”

Carlos Sainz; “Ero frustrato, il passo gara era buono, ma penso che avrei meritato più del quarto posto. Purtroppo, quella sosta ai box mi è costata il podio. La macchina era ottima ed ero veloce, ma non sono riuscito ad ottenere il risultato che volevo. Dietro Charles stavo salvando le gomme, mi è stato detto di seguire il piano della squadra, ma ne avevo. In fabbrica i ragazzi hanno fatto un lavoro incredibile“.

George Russell: “Sono passati solo 20 minuti dalla fine della gara e sono sicuro che andremo a fondo per capire quanto successo, abbiamo ancora la stessa macchina che avevamo due gare fa a Barcellona quando stavamo volando, quindi…L'unica cosa che probabilmente è diversa sono le gomme, qualcosa che dobbiamo capire. Sicuramente non la macchina non andava come volevamo, si muoveva molto, un po' peggio di tutti gli altri circuiti, il ritmo era sostanzialmente peggiore di quanto ci aspettavamo. Sicuramente è un altro passo nella giusta direzione. Come abbiamo detto, al momento dipende chiaramente dal circuito, con la stessa macchina siamo stati bravi in ​​Canada e veloci a Barcellona. Fa ben sperare per Silverstone perché Silverstone è più in linea con Barcellona che con questo circuito”.

Lando Norris: “ Sabato ero dispiaciuto per quanto accaduto, penso che avessimo la possibilità di combattere con le auto più veloci ed essere prima della Mercedes e dell'Aston, purtroppo abbiamo avuto dei piccoli problemi. Oggi è stato bello premiare tutti con dei punti, specialmente per gli aggiornamenti, a cui è stato dedicato gran parte del lavoro. E' anche per questo che oggi avevamo una macchina più veloce, che ci ha permesso di competere. Un buon giorno per me e per il mio team”.

Fernando Alonso: “Sappiamo che siamo in un campionato lunghissimo di 23 appuntamenti. Una volta siamo noi più performanti per merito di qualche novità, stavolta è stata la Ferrari a brillare. Sembra il calcio, nel quale ogni domenica chi fa i 3 punti sembra lanciatissimo, chi invece non li fa sembra in difficoltà.Dobbiamo avere una visione più ampia e generale perché solo a lungo termine si può valutare un andamento di una vettura. Non dobbiamo dimenticare, però, che in questo weekend abbiamo sofferto un po' troppo. Ora sotto con Silverstone”.

Sergio Pe“rez:Un weekend difficile per me visto che non sono stato bene. Mi ha aiutato moltissimo la squadra, che mi ha dato sra e corretta. Battagliare con lui è sempre molto divertente. Importante per me aver ottenuto questi riscontri, visti i problemi delle ultime gare“.s


L'ORDINE DI ARRIVO SUB JUDICE ---- ACCOLTO IL RECLAMO DELL'ASTON MARTIN - LA NUOVA CLASSIFICA


L'ordine d'arrivo del GP d'Austria potrebbe cambiare. E' l'effetto dell'accoglimento da parte della FIA di una protesta ufficiale dell'Aston Martin contro l'ordine d'arrivo, in particolare con riferimento alla possibile mancata sanzione di numerosi track limits non correttamente valutati dalla direzione gara. L'Aston Martin conta probabilmente di far guadagnare posizioni nella classifica finale di gara ad Alonso e Stroll.

La nuova classifica

Sono stati analizzati 1200 casi, poi è arrivata la decisione dei commissari di gara che hanno cancellato 83 giri e sanzionato 8 piloti: i risultati della corsa sono dunque cambiati. Queste le penalizzazioni inflitte: 10 secondi per Sainz, Hamilton, Gasly, Albon e Sargeant; 30 secondi per Ocon; 15 secondi per De Vries; 5 secondi per Tsunoda.

Ecco la nuova classifica del GP d'Austria:


1.Max Verstappen Red Bull-Honda 71 giri

2.Charles Leclerc Ferrari +5.155

3.Sergio Perez Red Bull-Honda +17.188

4.Lando Norris McLaren-Mercedes +26.327

5.Fernando Alonso Aston Martin-Mercedes +30.317

6.Carlos Sainz** Ferrari +31.377

7.George Russell Mercedes +48.403

8.Lewis Hamilton** Mercedes +49.196

9.Lance Stroll Aston Martin-Mercedes +59.043

10.Pierre Gasly** Alpine-Renault +67.667

11.Alex Albon** Williams-Mercedes +79.767

12.Guanyu Zhou Alfa Romeo-Ferrari +1 giro

13.Logan Sargeant** Williams-Mercedes +1 giro

14.Esteban Ocon** Alpine-Renaultù +1 giro

15.Valtteri Bottas Alfa Romeo-Ferrari +1 giro

16.Oscar Piastri McLaren-Mercedes +1 giro

17.Nyck De Vries** AlphaTauri-Honda +1 giro

18.Kevin Magnussen** Haas-Ferrari +1 giro

19.Yuki Tsunoda** AlphaTauri-Honda +1 giro

**Tutti i piloti che hanno ricevuto delle penalità dai 5” ai 30” per infrazione dei track limits

Carlos Sainz scivola dunque dal quarto al sesto posto, Hamilton passa all'ottavo posto con Russell settimo


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa sulla privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racingpress.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, - 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni: info@racingpress.it
torna indietro leggi informativa sulla privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie