30 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

IL GATTO E LA VOLPE ( AL SECOLO NORCINI E STORAI ) ORA SI FANNO LA GUERRA.

22-04-2009 - News Generiche
E´ ormai stranoto che Piero Storai è stato costretto a dimettersi, per dissapori interni, dall´esecutivo IRC dove ricopriva la carica di coordinatore. Aveva oramai perso sia la faccia che la fiducia dei colleghi organizzatori delle gare IRC., che alla fine della riunione, tenutasi lo scorso anno, aveva preso la decisione di uscire con non poche polemiche da questo contesto, non solo come coordinatore ma anche con il "suo" Rally Appennino alto bolognese.
Chissà, ma in cuor suo, avrà sicuramente pensato....( ora devo vendicarmi in qualche maniera) ricordandosi del vecchio detto " chi la fa l´aspetti".
Ed ecco che puntualmente arriva il dispettuccio contro l´IRC ! Storai, ora fa parte della organizzazione del campionato IRS, nato l´anno scorso come organo di coordinamento fra vari organizzatori di rally ronde, di cui fa parte anche la Ronde di Forli, iscritta a calendario a ridosso del 16° Rally Internazionale del Taro. Giorni addietro è nata una diatriba fra la Scuderia San Michele ( rally del Taro, serie IRC) e l´esecutivo CSAI, proprio a causa, ma guarda te che combinazione ! dello svolgimento della ronde città di Forli ( IRS) la settimana prima del rally Internazionale del Taro.
In un comunicato ( che potete leggere qui di seguito) emesso dall´ addetto stampa della scuderia San Michele, serie IRC come rally del Taro, si lamenta con l´esecutivo CSAI che ha imposto!, sotto consiglio o sotto pressione tutto questo è da appurare, che la manifestazione deve svolgersi in data 19 Aprile "piccola gaffe " ma intendevano 18 Aprile sicuramente.
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
RALLY RONDE DI FORLÌ: L´ESECUTIVO CSAI IMPONE IL SUO SVOLGIMENTO, IN EVIDENTE E PLATEALE INOSSERVANZA DELLA LEGGE SPORTIVA.
________________________________________________________________________________
In relazione al Comunicato Stampa ieri diffuso dalla scuderia San Michele, organizzatrice del 16° rally Internazionale del Taro, in programma il 26 e 27 aprile, relativo allo spostamento di data dal 3° rally ronde Città di Forlì, spostamento arbitrario e, nei modi, assolutamente al di fuori da quanto previsto dai Regolamenti Sportivi vigenti, il Gruppo di Lavoro dell´International Rally Cup prende atto che il Comitato Esecutivo della Csai, oggi riunitosi, ha deliberato, anzi, viste le modalità, ha imposto, che il 3° rally ronde Città di Forlì possa svolgersi nella data del 19 aprile (data tra l´altro errata, visto che la gara è prevista il giorno 18, ma così è testualmente riportata), anziché nella data, prevista ed approvata in sede di definizione dei calendari sportivi Csai 2009, dell´8 e 9 agosto 2009.
Ciò in evidente e plateale inosservanza della normativa dalla stessa Csai stabilita all´articolo 28 della NS11, che recita "fermo restando quanto previsto nel precedente art. 28.2.1, l´intervallo di tempo minimo tra due rallies deve essere di 30 giorni se si svolgono nella stessa provincia, di 14 giorni se si svolgono nella stessa regione e di 7 giorni se si svolgono nella stessa zona" e che prevedeva, nel caso specifico, la obbligatoria e vincolante richiesta di parere favorevole allo spostamento di data da parte degli Organizzatori del rally ronde di Forlì da rivolgere alla Organizzazione del rally del Taro, richiesta peraltro mai pervenuta alla scuderia San Michele e paradossalmente più volte sollecitata, al rally ronde Città di Forlì, anche dagli uffici preposti della Csai.
La decisione odierna da parte dell´Esecutivo Csai stupisce per i modi ed i contenuti, è stata comunicata in modo assai laconico e senza una minima spiegazione - se non giustificazione -, non tiene alcun conto delle normative vigenti, crea un pericoloso precedente e inoltre va comunque a danneggiare una manifestazione come il rally del Taro, che ha espletato tutti gli adempimenti richiesti, in perfetta sintonia con quanto previsto dalle Leggi e Normative federali.
________________________________________________________________________________
Ora viene da pensare: è mai possibile che Piero Storai abbia un´influenza di questa portata in seno all´ esecutivo CSAI di poter cambiare date a suo piacimento per far rabbia agli IRC? ne dubitiamo, pero´ ... non si sa mai, insomma i regali di questo tipo tornano proprio a fagiolo all´ex coordinatore IRC.
Ritornando al comunicato della scuderia San Michele, è giusto evidenziare quanto riportato sul comunicato stesso :
Alla luce di quanto sopra, nonostante vari solleciti, inevasi, anche da parte della Csai, agli Organizzatori della Ronde Città di Forlì a inoltrare la prevista richiesta etc etc etc ......, per gli interessati e per curiosità il comunicato è visibile sul sito www.ircup.net nella sezione comunicati stampa IRC.
Caro Michele Tedaldi e carissimi Loriano Norcini nonché Piero Capello, a questo punto Vi viene reso pan per focaccia ! Vedete come ci si sta male quando si viene completamente ignorati ! e derisi per non esprimersi in altra maniera, da un tipo come Storai.
Ne sa qualcosa anche il sottoscritto....che inutilmente sta aspettando una risposta da parte vostra ....! Questo modo di agire è abituale e costante in seno alla vostra organizzazione, visto che non date mai riscontro alle richieste scritte.
Quindi ponderate cari sig.ri ponderate !! i sassolini nelle scarpe sono sempre fastidiosi.

Paolo Mattiazzo


Fonte: paolo mattiazzo

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa sulla privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racingpress.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, - 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni: info@racingpress.it
torna indietro leggi informativa sulla privacy  obbligatorio