26 Novembre 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

PAOLO ANDREUCCI E ANNA ANDREUSSI SI LAUREANO A COMO CAMPIONI ITALIANI ASSOLUTI RALLY - LA GARA A LUCA ROSSETTI

25-10-2009 - News Generiche
Sabato 24 Ottobre 2009 : Ore 17°° - dalla sala stampa del rally di Como, il commento dell´ultima del cir:

Un rally sofferto che ha tenuto con il fiato sospeso tutti se non tanti, ma quello piu´ in apnea sicuramente era proprio Paolo e la sua navigatrice Anna, per festeggiare il titolo tricolore.
Siamo in attesa dei concorrenti che dovrebbero,è d´obbligo dirlo, terminare la fatica e salire sul palco d´arrivo alle 18 a Como.
È Luca Rossetti (Abarth) a vincere il 28° Rally Trofeo Aci Como - Gruppo Autotorino - Etv. Paolo Andreucci (Peugeot) si aggiudica il Campionato Italiano Rally Conduttori 2009. Un finale thilling in una gara di grande significato sportivo. Secondo a Como è Travaglia, terzo Cantamessa, entrambi su Peugeot 207 S 2000. L´Abarth di Lele Dati si aggiudica il Trofeo Equipaggi Indipendenti.
Como, 24 ottobre 2009 - Trionfa in Piazza Cavour a Como il pordenonese Luca Rossetti con Matteo Chiarcossi sull´Abarth Grande Punto n.2. Ma il 28° Rally Trofeo Aci Como - Gruppo Autotorino - ETV - incorona il nuovo Campione Italiano Conduttori Rally 2009: è la coppia formata da Paolo Andreucci e Anna Andreussi, su Peugeot 207 Super 2000 firmata da Peugeot Italia e seguita dal team ufficiale Racing Lions.
Una gara straordinaria con la posta in palio molto prestigiosa, che vale tutta la stagione. Fantastico lo scenario finale nel "salotto" di Como che ha avuto il significato indimenticabile dell´apoteosi, con gli equipaggi premiati dalle autorità quali il Prefetto di Como, Sante Fraterlizzi, e il Presidente dell´Automobile Club d´Italia, Avvocato Enrico Gelpi, oltre ai vertici della Provincia di Como, del Comune di Como, degli altri 23 Comuni attraversati e dei main sponsor Autotorino e Etv.
Il Rally di Como è stato un duello tirato per la vittoria assoluta, tra Renato Travaglia con Lorenzo Granai (secondo assoluto su Peugeot) a soli 3"2 dal vincitore Rossetti, con il terzo classificato - Luca Cantamessa e Pier Capolongo su Peugeot, staccati di 54". Per Andreucci il ruolo di protagonista poco interessato alla vittoria assoluta a Como ma molto più rivolto a rispettare il ruolo di leader di campionato al quale è sufficiente un piazzamento per aggiudicarsi la serie Tricolore ACI CSAI. Così è stato, con un quinto posto - viziato anche da una foratura nel finale - che è stato sufficiente al forte driver garfagnino per vestire la maglia tricolore.
Dopo aver concluso al primo posto la giornata d´apertura, Travaglia è stato al comando sino alla penultima speciale, dopo la quale è stato Rossetti ad andare in testa mettendo in discussione ogni calcolo per il titolo Italiano. Ad Andreucci sarebbe stato sufficiente un piazzamento nei primi cinque, ma ha alimentato l´incertezza del finale forando e perdendo la terza piazza che occupava con la Peugeot aggiudicandosi il titolo italiano piloti grazie alla discriminante (migliori piazzamenti nelle gare CIR a parità di punteggio finale con Rossetti, 66 punti entrambi.
Renato Travaglia e Lorenzo Granai chiudono al secondo posto su Peugeot 207 S2000 a 3"2, terzi sul podio della gara sono Cantamessa e Capolongo su Peugeot 207 S2000 con 54" di ritardo dal vincitore, primi nella gara degli Indipendenti. Quarti terminano Longhi e Imerito su Skoda Fabia S2000 a 1´00"4, limitato da una toccata nella 1^ tappa ed un dritto nella seconda. Quinti si piazzano Andreucci - Andreussi, Campioni Italiani Rally per quarta volta in carriera, a bordo della Peugeot 207 S2000, casa francese che conferma l´en plein già Campione Italiano tra i costruttori.
Buon finale di stagione per il giovane veneto Marco Signor che chiude l´ultima gara di campionato al 6° posto al volante della Peugeot 207 S2000, vettura uguale per il bergamasco Alessandro Perico, settimo al traguardo di Como. Il toscano Emanuele Dati ed il bresciano Tommaso Rocco sono 8. assoluti con la Abarth Grande Punto Procar, aggiudicandosi il titolo tricolore Indipendenti, nel quale il sammarinese Daniele Ceccoli termina al secondo posto, dopo essersi ritirato nella penultima prova in gara per un black out del motore. I due terminano a pari punti nella graduatoria generale, ma il toscano Dati è campione con una vittoria in più rispetto al forte sanmarinese. Nono assoluto si piazza il campano Maurizio Angrisani (team Vomero Racing), primi nella gara del Gruppo N e trionfatori della tappa comasca del Trofeo Mitsubishi Lancer. Decimo assoluto e 2° gr.N ha chiuso il napoletano Fabio Gianfico (Mitsubishi - Rubicone Corse). A ridosso dei primi 10 troviamo il giovane romagnolo Simone Campedelli che oltre al titolo di gruppo N, porta a casa anche l´Under 23 con la Mitsubishi Lancer-Rubicone. Tra le due ruote motrici le Renault Clio R3 dominano la scena: fantastica la vittoria dei locali Marco Asnaghi navigato da Maurizio Castelli (Clio-VS Corse), dopo un duello serrato con il bresciano Stefano Albertini, ritiratosi per una toccata. Ennesima straordinaria gara e vittoria in Gruppo N 2 Ruote Motrici del varesino Andrea Crugnola (Clio Rs-MZ Racing): dopo aver trionfato nel Trofeo Suzuki a Sanremo, il giovanissimo lombardo ha confermato il suo talento cristallino. Nella conferenza stampa finale, i top driver hanno indicato in Crugnola, Albertini e in Signor i loro eredi, i campioni del futuro.
Dei 68 equipaggi iscritti all´evento organizzato dall´Aci Como, sono 43 quelli che hanno regolarmente concluso la competizione, articolatasi su 10 prove speciali (Rossetti vincitore in 6 prove, Travaglia in 4) tra Triangolo Lariano, Valle d´Intelvi e Val Cavargna.


Classifica dopo 10 Prove Speciali:
1. Rossetti-Chiarcossi (Abarth) in 1h42´54"7; 2. Travaglia-Granai (Peugeot) a 3"2; 3. Cantamessa-Capolongo (Peugeot) a 54"; 4.Longhi-Imerito (Skoda Fabia) a 1´00"4; 5.Andreucci - Andreussi (Peugeot) a 1´18"6; 6.Signor-Barone (Peugeot) a 1´39"7; 7.Perico-Carrara (Peugeot) a 1´56"1; 8. Dati-Rocco (Abarth) a 3´22"3; 9. Angrisani-Bergamo (Mitsubishi) a 3´27"9; 10.Gianfico-Michelet (Peugeot) a 3´56"7.

Classifica Campionato Italiano Piloti :
1. Andreucci Campione Italiano (Peugeot) 66; 2 Rossetti (Abarth) 66; 3. Travaglia 54 punti (12 punti scarto).

Classifica Campionato Italiano Costruttori:
1. Peugeot punti 148 (Campione d´Italia); 2. Abarth 107; 3 Mitsubishi 28; 4. Skoda 25; 5 Subaru 13.

Trofeo Indipendenti:
1. Dati punti 23; 2. Ceccoli 23; 3. Trentin 21; 4. Campedelli 19; 5. Perico e Perego 16.

Super 2000:
1.Rossetti 64; 2. Andreucci 62; 3. Travaglia 53.

Gruppo N:
1. Campedelli 51; 2. Perego 38; 3. Ceccoli e Navarra 32.

Gruppo N 2Rm:
1. Ricci 53 punti; 2. Dall´Ara 42; 3. Crugnola 36.

Under 23:
1. Campedelli 62 punti; 2. Signor 60; 3. Raschi 40.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa sulla privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racingpress.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, - 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni: info@racingpress.it
torna indietro leggi informativa sulla privacy  obbligatorio