06 Ottobre 2022
[]
[]
news
percorso: Home > news > News Generiche

CURIOSANDO E INTERVISTANDO I PERSONAGGI DEI TEAM DELLA FORMULA 1

08-08-2022 17:32 - News Generiche
mattia-binotto-pa mattia-binotto-pa
Continua la polenica contro il team principal della Ferrari Mattia Binotto respinge le critiche sulle strategie del muretto: "Abbiamo fatto anche grandi cose"
F1 Ferrari, le parole di Mattia Binotto fanno discutere: "Ma quale punto debole"

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto in un'intervista ha respinto le critiche sulle scelte strategiche del muretto di Maranello: "Non ho dubbi sulla necessità di fare sempre dei passi avanti, dobbiamo migliorarci sull'aerodinamica, sul telaio, sulla power unit, sulla strategia e tutti gli aspetti che si possono migliorare. Detto questo, credo di avere una grande squadra che si occupa della strategia e non credo sia un nostro punto debole".

"Gare come Monaco, Silverstone o Paul Ricard sono state giudicate problematiche su questo fronte - ha continuato Binotto -, ma io non vedo il gruppo come un problema, perché credo che abbiamo anche preso decisioni giuste".

Secondo Binotto, molte volte la sfortuna ha giocato un ruolo importante: "Non sono convinto che quello che abbiamo fatto fosse sbagliato, credo che abbiamo preso quelle che erano le decisioni giuste nel momento in cui sono state prese, e a volte si sono rivelate sfortunate, non sbagliate. E se guardiamo all'operato del nostro team di strategia, a volte hanno fatto anche grandi cose, migliori degli avversati".

Binotto fa alcuni esempi: "In Austria avevamo la strategia giusta, al contrario dei nostri avversari, così come avevamo probabilmente la migliore strategia in Francia prima dell'errore di Charles. Al Paul Ricard abbiamo avuto il coraggio di portare due set di medie in gara, e per fare una scelta di questo tipo non devi essere non solo bravo, ma anche coraggioso. Quindi, nel complesso, abbiamo una buona squadra e non credo che questo sia un punto debole. Potremmo ricominciare a discutere, ancora una volta, di Monaco, Silverstone e Paul Ricard: dal mio punto di vista credo siano state decisioni difficili, forse sfortunate, ma non sempre sbagliate. Quindi non credo che sia una nostra debolezza in questo momento".




Abbiamo raccolto anche alcune lamentele della Mercedes che ha vissuto diversi mesi di enormi problemi nel 2022, a livello prestazionale e non solo. Non è un mistero che il ritardo del team di Brackley rispetto a Red Bull e Ferrari è stato dovuto in buona parte anche al famigerato porpoising, l'eccessivo saltellamento che ha caratterizzato le monoposto di George Russell e soprattutto Lewis Hamilton. Questo problema, però, secondo Toto Wolff è sostanzialmente superato.

"Questo problema ci ha rovinato la stagione, perché non abbiamo avuto modo di sviluppare la Mercedes W13. Abbiamo perso mesi di sviluppo, perché quando provavamo ad aumentare il carico la macchina rimbalzava. Per questo siamo così indietro rispetto a Ferrari e Red Bull, ma ora siamo arrivati alla pausa estiva senza più soffrire di porpoising", ha ammesso Toto Wolff.

"Chiaramente continuano a mancarci i mesi che abbiamo perso per questo problema. Ma dopo Barcellona la situazione è diventata definitivamente positiva per noi", ha aggiunto il team principal della Mercedes. E i risultati in pista si stanno già vedendo in tal senso, con la Ferrari che può quindi definirsi già avvisata.

Il pilota della Mercedes Lewis Hamilton in un'intervista ha parlato dei progressi della scuderia tedesca dopo un avvio di Mondiale complicato: "È un anno davvero impegnativo. Direi che è simile alla stagione 2009. Anche allora la macchina sembrava buona a gennaio e febbraio. Poi siamo arrivati al primo test e ci siamo detti: ‘Cavolo, è molto lontana da dove dovrebbe essere'. E dunque a livello di squadra abbiamo affrontato un processo per cercare di eliminare alcune cose, ricostruirle, riorganizzarci e migliorare la vettura".

"Abbiamo affrontato un processo per migliorare la vettura - ha continuato Hamilton -. Abbiamo avuto un'ottima costanza nelle ultime gare, tuttavia, ci mancano ancora le prestazioni: penso che ci sia del potenziale in questa vettura, ma abbiamo dovuto depotenziarla per evitare che soffrisse il porpoising. Abbiamo avuto un'ottima affidabilità, ma non possiamo sempre contare su questa caratteristica per salire sul podio. Adesso abbiamo bisogno crescere nelle prestazioni".


Abbiamo sentito anche Jos Verstappen, padre del campione del mondo Max ed ex pilota di F1, in un'intervista ha commentato la serie di errori della Ferrari, che sta servendo su un piatto d'argento il Mondiale di F1 a suo figlio. "È incredibile come riescano sempre a sbagliare la strategia".
"Capisco che possa accadere una volta, che si possano commettere degli errori, ma con questa frequenza è inconcepibile. Se sono tanto attardati nella graduatoria piloti e in quella costruttori è per colpa dei tanti sbagli commessi".

Max Verstappen in Ungheria è riuscito a vincere grazie ad una grande rimonta: "Penso che le decisioni della squadra siano state corrette, con la scelta delle gomme giuste alla partenza e con il richiamo al pit-stop nel momento ideale. Oltretutto, lui ha superato facilmente i suoi avversari, come ha sempre fatto. Il ritmo della vettura c'era e lo si era visto già dalle qualifiche".

Tirando le somme di quanto abbiamo raccolto nel giro di una settimana da parte di alcuni team possiamo arrivare al capitolo finale quello della rossa di Maranello ! non c'è piu tempo per rammaricarsi per quello o quell'altro - Ora le decisioni spettano alle alte sfere della Ferrari …. Credere ancora che Binotto possa farcela è un po troppo, visto dove ci ha portato con errori sopra errori ! adesso bisogna agire in bene e subito quindi caro Binotto sappiamo tutti ,tifosi compresi che sbagliare è umano ma continuare a perseverare sulla falsa riga che hai intrapreso è diabolico !!!!



Paolo Mattiazzo

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
informativa sulla privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali preventivi.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@racingpress.it. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Racing Press di Paolo Mattiazzo, via Ussi, - 50018 Scandicci (FI) - tel. 055254690, e-mail: info@racingpress.it. Responsabile designato è Paolo Mattiazzo.
Per ulteriori informazioni: info@racingpress.it
torna indietro leggi informativa sulla privacy  obbligatorio
refresh


cookie